rustico leccese

In Puglia per le vacanze ci sono stata anni fa, non ricordo l’anno,ma incredibile ma vero il rustico non l’ho mangiato.
Però l’ho assaggiato l’anno scorso quando mia figlia,tra i vari souvenir made in Puglia mia ha portato il rustico.
D’accordo che mangiato sul posto, magari con vista mare, è tutta un’altra cosa ma vi devo dire che a me è piaciuto tantissimo, e non vedevo l’ora di provare a replicarlo.
Come sempre,nonostante una Kallax piena zeppa di libri e riviste di cucina, della ricetta del rustico nemmeno l’ombra.
Nel web ce ne sono moltissime, chi mette tre strati di sfogli, chi ne mette due,io mi son buttata o la va o la spacca…le mie sfoglie sono tre.
Il rustico fa parte della tradizione gastronomica “da passeggio” del Salento.
Viene preparato con la pasta sfoglia e al suo interno un ripieno di mozzarella, besciamella, e pomodoro.
Consumato caldo è il massimo, con la mozzarella che fila.
In Salento viene consumato come spuntino di metà mattina o come stuzzichino serale da passeggio, sia in estate che in inverno.

Curiosità:
Il rustico non nasce dalla cucina contadina,come molte altre specialità salentine, perché al tempo non era semplice reperire ingredienti come la besciamella e la pasta sfoglia. È più probabile che la ricetta derivi dagli ambienti aristocratici della seconda metà del 1700, dopo la diffusione della besciamella.

Ingredienti

  • 2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare già pronta

  • 80 grammi di polpa di pomodoro

  • 100 grammi di mozzarella

  • 1 uovo

  • sale fine

  • pepe nero macinato fresco

  • 250 grammi di besciamella

preparazione

  • Preparate la besciamella secondo la vostra ricetta altrimenti la trovate qui .
  • Condite la passata di pomodoro con un filo di olio e un pizzico di sale e pepe.  
    Tagliate la mozzarella a dadini e lasciatela asciugare in un colino.
    Sbattete in una ciotolina l’uovo con una forchetta e tenete da parte.
  • Srotolate la pasta sfoglia: ricordatevi di toglierla dal frigorifero almeno 15 minuti prima del suo utilizzo, per evitare rotture .
    Ricavate dal primo rotolo di pasta sfoglia con un coppa pasta del diametro di 10 cm.,tanti dischetti: il numero deve pari perché devono andate accoppiati.
    Dal secondo rotolo ricavate con un coppa pasta del diametro di 8 cm.,tanti dischetti: il numero pari alla metà di quelli da cm. 10.
  • Adagiate sulla teglia del forno la metà dei dischetti da 10 cm. quindi spennellateli con l’uovo, quindi appoggiate sopra ognuno un altro cerchio della stessa dimensione .
    Questa operazione serve a far sfogliare la pasta verso l’alto e gonfiare i rustici.  
  • Al centro del disco mettete un cucchiaino di besciamella,un cucchiaino di pomodoro e un paio di dadini di mozzarella . Spennellate i bordi con l’uovo, quindi ricoprite con quelli più piccoli, premendo con le dita sui bordi per sigillare bene in bordi.
    Alla fine spennellate i rustici con l’uovo sbattuto.
  • Distanziate bene i rustici sulla teglia del forno, e infornateli in forno già caldo a 180°C. per 25 – 30 minuti e comunque fino a quando saranno dorati.
  • Note: potete congelare i rustici leccesi da crudi.
    Prima di cuocerli,fateli scongelare in frigo per un’ora quindi procedete con la cottura in forno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *