spätzle di spinaci – gnocchetti tirolesi

E chi non li conosce?
Ma soprattutto a chi non piacciono.
Tra me e gli spätzle è stato subito amore a prima vista, e da quel momento è incominciata la “caccia” a quell’attrezzo simile a una grattugia, ma grattugia non è !!!
La prima volta che li ho mangiati è stato molto tempo fa, a Monaco in occasione dell’ Oktoberfest.
Meglio non pensare, perché è passato veramente tantissimo tempo, forse avevo la metà degli anni che ho adesso.



Sono semplici e velocissimi da preparare, con gli spinaci, con i funghi, con la zucca…insomma c’è da sbizzarrirsi.
Molto diffusi in Tirolo, infatti il nome non nasconde le origini tedesche.
In Germania vengono serviti come contorno a piatti di cacciagione e carni ricche di intingolo, mentre in Italia sono un primo piatto spesso conditi con panna fresca o burro fuso.
Il metodo di preparazione degli spätzle resta costante al di là delle tecniche di “taglio” e degli ingredienti con i quali vengono composti: farina di frumento, farina integrale, spinaci, ricotta, erbe o rape rosse.
A seconda dei luoghi e delle forme, questo piatto prende il nome di knöpfle, spätzlâ, spatzâ, spätzli in Svizzera,spatzen, Spatzln in Alto Adige, o gnocchetti tirolesi in Trentino.
Esistono vari modi per fare gli spätzle:
– spätzle tagliati a mano usando una specie di tagliere in legno che viene immerso nella pentola dell’acqua calda e con una spatola si taglia velocemente l’impasto lasciandolo cadere nella pentola.
knöpfle si utilizza uno strumento,lo Spätzlehobel, simile ad una grattugia con la superficie forata con sopra un carrellino che si muove avanti e indietro.
La pasta viene fatta passare dai fori, si formano così delle gocce che cadono nell’acqua bollente ed è subito tagliata, in modo che non si allunghi troppo. – spätzle pressati si utilizza uno schiacciapatate a fori larghi e la pasta viene “spremuta” ottenendo una pasta filiforme e allungata.
Qui vi metto solo la ricetta per preparare il composto dalla giusta consistenza, poi invece per il condimento vi potete sbizzarrire:
– panna e speck
– burro fuso e salvia
– funghi, panna e speck
– ai formaggi, ecc ecc

ingredienti

  • 250 grammi di spinaci, già lessati in acqua leggermente salata

  • 200 grammi di farina bianca 00

  • 3 uova

  • 3 cucchiai di latte

  • 1 cipolla

  • 150 grammi di speck

  • 1 cucchiaio di olio di oliva

  • noce moscata grattugiata

  • panna (facoltativo)

  • formaggio grana grattugiato

  • burro

preparazione

  • Tritate finemente gli spinaci precedentemente lessati.
    In una ciotola mettete la farina setacciata, le uova, gli spinaci, il latte, la noce moscata e un cucchiaio di olio.
  • Amalgamate bene fino a ottenere un composto morbido; se dovesse essere necessario aggiungete poco latte alla volta.
    Coprite con la pellicola e fate riposare in frigorifero per 20 minuti.
  • Nel frattempo preparate il condimento.
    In una padella soffriggete in un filo di olio la cipolla tritata finemente; quando sarà trasparente aggiungete lo speck tagliato a listerelle, e la panna.
    Regolate di sale e pepe.
  • Portate ad ebollizione una pentola con acqua salata, versate il composto nell’apposito attrezzo, quando gli spätzle verranno a galla fateli cuocere per un minuto, quindi scolateli con la paletta forata e versateli direttamente nella padella con il sugo.
  • Spadellateli per pochi istanti quindi serviteli con il formaggio grattugiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *