carciofi ripieni al rosmarino

Carciofo….ti adoro.
Rispetto alle altre varietà di verdure il carciofo non è un tubero, non è un frutto, e nemmeno il fusto o la foglia bensì il fiore ancora in boccio di una specie appartenente alla famiglia del cardo.
La parte commestibile è rappresentata appunto, proprio dal capolino, ossia l’infiorescenza posta all’apice del fusto, da raccogliere prima che i fiori veri e propri (la barba) sboccino.
Il carciofo è presente in Europa dal Medioevo grazie agli Arabi che lo importarono dall’Africa settentrionale; la sua coltivazione si diffuse in Italia nel XV sec, partendo dalla zona del napoletano.
Le varietà commercializzate si distinguono in base alla presenza o meno di spine e dal colore.
Fra i tipi spinosi i più diffusi sono: lo spinoso di Liguria (verde),lo spinoso Sardo (verde con spine gialle),lo spinoso di Palermo, i violetti di Venezia, Chioggia e Toscana.
I non spinosi sono il “romanesco” chiamato più comunemente ” mammola”,il violetto di Catania e il violetto di Provenza.

ingredienti per 4 persone

  • 4 grossi carciofi  

  • 6 cucchiai di pangrattato

  • 6 cucchiai di pecorino

  • 1 limone 

  • 2 spicchi di aglio 

  • 1 rametto di rosmarino 

  • olio di oliva extravergine

  • sale fino

  • pepe nero macinato

preparazione

  • Pulite i carciofi, eliminando il gambo, le foglie esterne più dure, le spine.
    Tagliateli a metà e privateli dell’ eventuale fieno.
    A man mano metteteli in acqua acidula con il succo di limone.
  • Scolate i carciofi e lessateli a vapore per 15 minuti, oppure in acqua bollente salata per 10-12 minuti.
    Sbucciate l’aglio e tritatelo finemente con gli aghetti del rosmarino.
  • Mettete il ricavato in una ciotola, unite il pangrattato, il pecorino, 2 – 3 cucchiai di olio, una presa di sale e una macinata di pepe.
    Mescolate bene in modo da ottenere un composto omogeneo.
    Sistemate i carciofi in un solo strato in una pirofila oliata con la parte tagliata verso l’alto. 
  • Distribuite al centro di ogni carciofo il composto, conditeli con un filo di olio, copriteli con la carta stagnola e passateli in forno già caldo a 180°C per 20 minuti.
    Poi eliminate il foglio di stagnola, accendete il grill e continuate la cottura per 5 minuti.
    Servite i carciofi ben caldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *