cantucci alle mandorle

I cantucci alle mandorle sono biscotti tipici toscani, chiamati anche “biscotti di Prato”.
Veloci da preparare,non contengono olio né burro, e si conservano per molto tempo, se riuscite a non mangiarli, in una scatola di metallo.
L’unica cosa è che richiedono una doppia cottura.
A me piace inzupparli a fine pasto in un bicchierino di vino liquoroso.

Ingredienti per 40 biscotti

  • 270 grammi di farina 00

  • 150 grammi di zucchero semolato

  • 140 grammi di mandorle

  • 2 uova a temperatura ambiente

  • 1 cucchiaino di lievito per dolci

  • la buccia grattugiata di 1/2 limone

  • 1 pizzico di sale fino

preparazione

  • In una ciotola mettete le uova, lo zucchero,la scorza grattugiata del limone, mescolate per amalgamare gli ingredienti.
    Aggiungete la farina, il lievito setacciati ed infine il sale .
    Lavorate fino a ottenere un impasto omogeneo.
  • Aggiungete le mandorle intere e impastate fino a quando non saranno ben distribuite; se lavorando l’impasto con le mani dovesse appiccicarsi, infarinate leggermente le dita.
  • Dividete l’impasto in 3 parti, formate dei filoncini larghi 3 cm e posizionateli sulla placca del forno,rivestita con la carta, distanziandoli tra loro.
  • Cuocete in forno già caldo a 180°C. per 20 – 25 minuti e comunque fino a quando non risulteranno leggermente dorati.
    Sfornate, tagliate i filoncini a fette di circa 1 e 1/2 cm di spessore e in modo trasversale.
    Rimettete i biscotti sulla placca da forno e infornate per altri 10 minuti, girandoli a metà cottura.
    Sfornate e lasciate intiepidire; si conservano in una scatola di latta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *