madeleine di Pierre Hermé

Le madeleine sono dei piccoli dolcetti soffici con una particolare forma a conchiglia, tipici del comune di Commercy, nel nord-est della Francia.
Oltre al classico stampo,a forma di conchiglia occorrono pochi ingredienti, serve invece il tempo di riposo in frigorifero, si, quello è veramente molto importante.
E come ogni dolce che si rispetti, dietro c’è una storia, sacra e profana.
– Alcune credenze fanno risalire il “nome” di questo dolce al culto di Santa Maria Maddalena, liberata dal Cristo da sette demoni, divenne sua discepola, seguendolo fino al monte Calvario, e la mattina di Pasqua lo vide risorto dai morti e andò dai discepoli per annunciare la risurrezione.
– La tradizione medioevale vuole che la Maddalena sia stata la prima evangelizzatrice della Francia, insieme a Marta ed a Lazzaro. Questo pellegrinaggio in Francia spiegherebbe, dopo il nome, anche “la forma di conchiglia” che nella simbologia cristiana si attribuisce ai pellegrini per la causa del Vangelo.
– Altre fonti, riportano che le madeleine furono chiamate così in onore di Madeleine Paulmier, una pasticciera che aveva lavorato per Stanisław Leszczyński, il cui genero, Luigi XV di Francia, scelse il nome dei dolcetti in onore a lei.
Al di fuori del territorio francese, sono famose per l’associazione con l’opera di Marcel Proust À la recherche du temps perdu.
La ricetta di Pierre Hermé è favolosa.

ingredienti

  • 100 grammi di farina 00

  • 120 grammi di uova intere

  • 120 grammi di zucchero semolato

  • 3 grammi di lievito per dolci

  • 100 grammi di burro fuso, tiepido

  • burro per lo stampo

  • farina per lo stampo

preparazione

  • Lo svolgimento della ricetta è in due tempi perché è necessario un tempo di riposo in frigorifero dell’ impasto.

    Fate fondere in un pentolino il burro e lasciatelo intiepidire.
    Montate con la frusta le uova con lo zucchero per 5 minuti.
    Aggiungete la farina e il lievito setacciati, mescolate con un cucchiaio.

  • Aggiungete il burro fuso e mescolate.
    Versate l’impasto in una ciotola con il coperchio e mettete in frigorifero a riposare per una notte.
  • Il mattino seguente riscaldate il forno a 250°C.
    Imburrate e infarinate lo stampo.
    Abbassate la temperatura del forno a 220°C.
  • Versate un cucchiaio scarso di impasto in ogni conchiglia.
    Infornate per 8-10 minuti.
    Sfornate, levatele dallo stampo e fatele raffreddare sulla gratella per dolci.

HAI PROVATO QUESTA RICETTA?
Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi!
Lascia un commento qui sotto e condividi una foto su Instagram con l’hashtag #lacucinadimonica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *