flammekuche o torta flambée

” C’è tanta gente infelice che tuttavia non prende l’iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l’animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. 
Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l’avventura. 
La gioia di vivere deriva dall’ incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell’avere un orizzonte in costante cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso… “(dal film Into the wild)

La Flammekuche o tarte flambée, chiamata alla tedesca o alla francese,
(in alsaziano flammekueche) è un impasto semplicissimo,come quello per fare il pane…farina,lievito di birra,acqua e sale. 
La tarte flambée viene stesa molto sottilmente, farcita e cotta in forno,preferibilmente a legna a una temperatura alta , infatti la sua cottura deve essere veloce.
Ecco la mia versione in quantità dimezzata per due persone per Re-cake di novembre 2019.

Ingredienti per la pasta 2 persone

  • 175 grammi  di farina 00

  • 90 grammi di acqua tiepida 

  • 2 grammi di lievito di birra fresco

  • 1/2  cucchiaino di zucchero

  • 1 cucchiaio di olio di oliva extravergine

  • un pizzico di sale fino

Ingredienti per la panna acida

  • 100 grammi di yogurt naturale 

  • 100 grammi di panna fresca 

  • 1 cucchiaio di succo di limone filtrato

Ingredienti per la farcitura

  • 200 grammi di panna acida

  • 60 grammi di robiola

  • 100 grammi di pancetta affumicata cruda

  • 2 cipolle bianche piccole

  • 200 grammi di zucca

  • rosmarino fresco

  • 2 spicchi di aglio

  • sale fino

  • pepe nero macinato

PREPARAZIONE

  • Nella ciotola della planetaria setacciate la farina bianca, aggiungete il lievito di birra sciolto in qualche cucchiaio di acqua tiepida,presa dal totale,l’olio di oliva extravergine ed infine il sale.
    Iniziate ad impastare aggiungendo lentamente l’acqua fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
  • Levate dalla ciotola della planetaria, formate una palla e mettetela a lievitare in una terrina coperta con la pellicola trasparente fino al raddoppio; io uso il forno con la sola luce accesa come camera di lievitazione.
  • Nel frattempo preparate la panna acida.
    In una ciotola mescolate la panna e lo yogurt, quindi aggiungete il succo di limone e mescolate bene. 
    Fate riposare per un’ora prima dell’uso.
    Trascorso il tempo di riposo per la panna acida mescolatela con la robiola.
  • Sbucciate e affettate sottilmente le cipolle, devono ammorbidirsi senza prendere troppo colore. 
    Tagliate a pezzetti la pancetta.
    In una padella antiaderente fate saltare in un filo di olio e aglio la zucca tagliata a fette fino a quando non si sarà leggermente ammorbidita, aggiungete un rametto di rosmarino e regolate di sale e pepe.
  • Accendete il forno alla temperatura massima, la cottura come anticipavo deve essere veloce. 
  • Quando la pasta sarà ben raddoppiata rovesciatela sul piano del tavolo,leggermente infarinato, sgonfiatela e con l’aiuto di un mattarello stendetela sottilmente. 
  • Sistemate la pasta stesa nella teglia coperta con carta forno e farcitela, cospargendola prima con la crema di panna acida e robiola, distribuite le cipolle,la zucca, la pancetta e per finire una spolverata di pepe nero macinato. 
    Fate cuocere in forno caldo per circa 15 minuti. 
    Servite calda accompagnandola magari con una bella birra fresca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *