crêpes – crespelle ricetta base


La crespella, conosciuta anche con il termine francese di crêpe, è un tipo di frittatina sottile e morbida,semplice e veloce da preparare e perfetta per preparazioni dolci e salate.
L’ impasto è preparato con farina, latte, uova e burro,vengono farcite quindi chiuse a fagottino, arrotolate, a spicchio.
Curiosità
– Il nome crêpe deriva dal termine latino crispus ,arricciato, ondulato,ma anche dal termine greco κρίσπος krìspos “avvolto”‘, “arrotolato”.
– Nel Medioevo erano preparate con acqua e vino al posto del latte.
– In Francia sono un simbolo tradizionale di amicizia e alleanza e i mezzadri le offrivano ai loro padroni.
Servite tradizionalmente in occasione della Candelora il 2 febbraio, si usava esprimere un desiderio quando si voltava la crêpe nella padella.
Secondo la tradizione francese vengono consumate soprattutto alla Candelora poiché nel V secolo dei pellegrini francesi,arrivati a Roma stremati ed affamati, furono accolti, da papa Gelasio I che ordinò ai cuochi papali di cucinare un cibo rinvigorente fatto con semplici ingredienti come farina e uova.
Solo dopo essere ritornati in patria, i pellegrini diffusero la pietanza.

Tra le crepe più celebri ricordiamo la ‘Suzette’, nate nel tentativo di soddisfare il palato del principe del Galles Edoardo VII.
– Nella Francia nord occidentale vengono preparate con la farina di grano saraceno e prendono il nome di galette e sono farcite con formaggi,salumi, verdure, funghi, crostacei e salse varie.
Tipiche della Bretagna, sono diventate il piatto più rappresentativo della cucina bretone.
– In alcuni paesi come in Alto Adige e in Austria vengono tagliate a striscioline e accompagnate con il brodo per la Frittatensuppe.
– In Francia alla crêpe vengono aggiunte le erbe aromatiche preparando cosi il consommé célestine.
– Andando verso l’est dell’ Europa, troviamo l’ Ungheria con la palacsinta, preparata con noci, uva passa, scorza d’arancia candita, cannella e rum, servita flambé in una salsa fatta di cioccolato fondente, panna e cacao.
– In Sicilia le crespelle vengono chiamate crispeddi e sono realizzate sia dolci che salate.
In provincia di Catania le crespelle salate vengono preparate con farina di grano duro e farcite con acciuga salata o ricotta.
– In Calabria le crespelle sono chiamate grispelle o crispedde, mentre nella provincia di Cosenza sono chiamate cuddrurieddri; nella versione salata sono ripiene con acciughe o pomodori secchi, mentre nella versione dolce sono spolverate esternamente di zucchero e possono essere ripiene di crema di ricotta.

ingredienti per 6 persone – 12 crespelle

  • 500 ml di latte

  • 250 grammi di farina

  • 30 grammi di burro + quello per la cottura

  • 2 uova

  • un pizzico di sale

preparazione

  • Fate sciogliere il burro.
    In una ciotola mettete la farina setacciata, aggiungete un po’ di latte quindi mescolate con la frusta.
    Unite le uova leggermente sbattute, versate il latte rimasto, il burro ormai tiepido e un pizzico di sale.
    Mescolate bene.
    Lasciate riposare la pastella,coperta con la pellicola alimentare, per almeno 30 minuti.
  • In una padella antiaderente fate sciogliere una noce di burro, versate un mestolo di composto e distribuitelo in modo uniforme, ruotando la padella.
  • Cuocete a fuoco vivace, circa un minuto per lato,e comunque fino a quando il bordo inizierà a dorare e a staccarsi dalla padella.
    Girate la crespella aiutandovi con una paletta e lasciatela cuocere per un minuto.
    Adagiate la crepe cotta su un piatto e procedete con le altre.
    Farcitele secondo la vostra ricetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *