panini dolci con uvetta

Si dici che – ogni promessa è debito – e io la voglio mantenere.
Poi non so che fine farà l’uvetta.
Sicuramente troverò solo il mucchietto mentre il panino scomparirà in un lampo.
Per lei faccio di tutto, però non sono la nonna che vizia anzi.
Sono la nonna del “no”.
Tra noi c’è un legame fortissimo, guai a chi mi dice qualcosa, lei subito interviene prendendo le mie difese.
Sono severa al punto giusto tanto che ogni tanto mia figlia mi dice – ma non ha fatto nulla -.
Lei sa che certe cose non le tollero e non le fa, poi quando è con sua mamma si scatena, ma quello è un altro discorso.
Non sono nemmeno quella che la sbaciucchia, è un amore che parte in modo profondo dalla testa oltre che dal cuore e questo Noemi lo percepisce.
La scorsa settimana, sapeva che nel weekend ero da mia mamma, e, prima di andare a casa continuava ad andare avanti e indietro per l’ultimo saluto.
Quando rimane a dormire da me per addormentarsi vuole che ci prendiamo per mano – nonna dobbiamo dormire così, tutta la notte -.
Si è vero, peccato che oltre alla mano che non appena si addormenta lascia, mi ritrovo a dormire nell’angolo nonostante un letto grande, a un cane di peluche, grande quanto lei, un coniglio dalla pancia illuminata, il Ciccio bello, una bambola dalla faccia inquietante, e orsetti vari.
Per non parlare delle gambe volanti che durante la notte vagano ovunque.
E visto che ogni promessa va mantenuta, per la merenda di oggi pomeriggio mi sono già messa al lavoro.

Ingredienti per 10 panini

  • 250 grammi di farina 00

  • 100 grammi di latte tiepido

  • 50 grammi di uvetta

  • 30 grammi di zucchero

  • 30 grammi di burro morbido

  • 8 grammi di lievito di birra fresco oppure 2.5 grammi di lievito di birra disidratato

  • 1 uovo a temperatura ambiente

preparazione

  • Sciogliete il lievito in 50 grammi di latte tiepido(*), un cucchiaino di zucchero (*) e 50 grammi di farina (*); mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.
    Coprite e fate lievitare per 30 minuti nel forno spento con la luce accesa.
    Nel frattempo mettete l’uvetta in ammollo in acqua tiepida.
  • Trascorso il tempo di riposo mettete nella ciotola della planetaria il lievitino, aggiungete la farina setacciata, il latte, l’uovo e un pizzico di sale; lavorate con la foglia per amalgamare bene.
    Aggiungete l’uvetta ammollata e ben asciugata.
    Sostituite la foglia con il gancio e iniziate a introdurre il burro morbido, un pezzetto alla volta, quindi lavorate fino ad ottenere un impasto liscio, lucido ed elastico.
    Togliete l’impasto, mettetelo in una ciotola, copritelo con la pellicola e fate lievitare per un’ora e mezza e comunque fino al raddoppio.
  • Terminata la lievitazione, riprendete l’impasto, adagiatelo sulla spianatoia leggermente infarinata, sgonfiatelo delicatamente, quindi suddividetelo in 10 parti da 50 grammi cadauna, volendo potete farli più piccoli da 30 grammi.
    L’importante è pesare le palline in modo da risultare tutti uguali per avere una cottura uniforme.
    Arrotolate un pezzo di pasta alla volta, pizzicandolo portando la pasta al centro.
    Adagiate la pallina sulla spianatoia e avvolgendola con il palmo della mano pirlatela .
    Mettete i panini sulla teglia rivestita di carta da forno, distanziandoli tra loro.
    Lasciate lievitare i panini per circa 1 ora e comunque fino al raddoppio, coperti con la pellicola trasparente, in forno spento, con luce accesa.
  • Portate il forno, in modalità statica, alla temperatura di 170°C.
    Infornate e fate cuocere per circa 20 – 25 minuti.
    Aprire il forno vaporizzate la superficie dei panini con acqua e proseguite la cottura per gli ultimi cinque minuti.
  • (*) presi dal totale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *