spaghetti alla gricia

Si dice che la curiosità è femmina, quindi anche davanti ad un piatto mi piace sapere la sua origine.
“La Gricia” è un classico della cucina italiana semplice e veloce da realizzare è gustosissima e saporita,si dice che sia la “mamma” della più famosa  “Amatriciana” (o Matriciana) ,perché solo intorno al 1800 viene introdotto il pomodoro alla ricetta per diventare Amatriciana .
Nasce nella cittadina Amatrice, in provincia di Rieti . 
La Gricia un tempo era il piatto consumato principalmente dai pastori durante il  pascolo,mentre l’origine del nome ci sono due teorie: la prima  richiama il Gricio , nome che veniva dato nella Roma del ‘400  ai rivenditori di pane e altri generi alimentari.
La seconda invece si dice che derivi dal nome del paese vicino Amatrice,  Grisciano.  
I formati di pasta che si possono utilizzare sono sia spaghetti , che sono il formato originario,  ma anche la pasta corta come penne o fusilli. 


ingredienti per 2 persone

  • 4 fette di guanciale tagliato a striscioline 
  • 150 grammi di pecorino  romano stagionato
  • 160 grammi di spaghetti
  • pepe nero in grani

preparazione

  • Mettete il pecorino in una ciotola e aggiungete il pepe, e tenete da parte.
  • Nel frattempo in un pentola portate a bollore l’acqua leggermente salata per la cottura della pasta.
  • Mentre cuoce la pasta in una padella antiaderente fate cuocere le striscioline di guanciale, senza aggiungere nessun condimento, e fate cuocere per 6/8 minuti.
  • Scolate la pasta,al dente,conservando un paio di mestoli di acqua di cottura,quindi mettetela nella padella con il guanciale e fateli spadellare  un po’, unite il mix di pecorino e pepe e miscelato con un po’ di acqua di cottura tenuta da parte,versatelo sulla  pasta e mantecate .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *